Marcassite-melina
Curiosità

La Marcassite: una Piccola Gemma dal Sapore Retrò

Conosciuta come pietra “da accompagnamento” per accentuare le altre pietre preziose, la Marcassite in realtà svela immediatamente la sua piccola meraviglia, che dovrebbe donarle un posto nell’Olimpo delle gemme.

I gioielli che la contengono, infatti, spiccano per raffinatezza, in quanto acquistano quel fascino del passato, quel gusto retrò, che dona eleganza a chi li indossa.

Il nome Marcassite deriva dal latino “Marchasita”, collegato al termine arabo “Marqāshīṭā”, in riferimento ad un’antica provincia nella Persia nord orientale, oggi Iran, la “Marqashith”.

Si tratta di un solfuro di ferro con colore metallico dorato, appartenente al gruppo della Marcasite-Löllingite e costituisce una modificazione rombica della Pirite, nella quale si trasforma se riscaldata a 400° C. Proprio per questo legame e per la somiglianza tra i due minerali, il nome Marcassite viene usato impropriamente per indicare anche la stessa Pirite; soltanto per merito dello studioso Haüy fu possibile distinguerli con certezza.

Nel medioevo sia la Pirite che la Marcasite erano utilizzate come medicinali, contro le cefalee e ogni altra problematica legata sia alla testa che alla mente.

Nella tradizione astrologica, viene posta in analogia con Mercurio e quindi col segno della Vergine. Si pensa che la Marcassite trasmetta alla sua proprietaria tutte le virtù del dio Mercurio: ingegno, intelletto, fantasia e inventiva.

Proprio per le sue tonalità dorate, è stata storicamente confusa anche con l´oro e per questo si è guadagnata il nome di “Oro degli sciocchi”.

Si forma sia come minerale primario che secondario. Nel primo caso forma noduli, concrezioni e cristalli nelle rocce sedimentarie; nel secondo caso invece si forma per alterazione chimica di un primario, come la Pirrotite e la Calcopirite, e sulle superfici fresche è di un giallo pallido quasi bianco con lucentezza brillante e metallica.

Questa particolarissima gemma è abbastanza frequente nelle rocce calcaree e argillose ed i maggiori giacimenti si trovano in Perù, Bolivia, Messico e Stati Uniti; in Europa se ne trovano nel sud dell’Inghilterra, in Sassonia, nella zona di Sokolov nella Repubblica Ceca, in Russia, in Svezia ed anche in Spagna.

Secondo la cristalloterapia, la Marcassite protegge dalle influenze esterne indesiderate, permettendo di esprimere la propria forza interiore ed aiutando a far emergere pregi e talenti. Permette inoltre di riconoscere le cause dell’infelicità nonché di rinunciare all’adattamento passivo ed alla sottomissione.

Questa piccola pietra, poi, stimola l’autostima e la soddisfazione di sé, potenziando l’entusiasmo e l’allegria, facilitando la scoperta della verità ed incanalando tutte le nostre energie verso obiettivi concreti.

Infine, la Marcassite aumenta l’ottimismo ed aiuta ad essere tenaci e a non arrendersi davanti agli ostacoli.

Da un punto di vista prettamente fisico, invece, svolge un’azione disintossicante regolando le funzioni intestinali; lenisce le emicranie e le cefalee derivanti da ogni causa. Si prescriveva infatti di conservarla in un piccolo scrigno metallico e di porla sotto la lingua qualche istante ogni sera per vincere l’emicrania e la spossatezza.

Associata al terzo Chakra, la Marcassite viene ritenuta in grado di proteggere dalle influenze esterne indesiderate e stimolare l’autostima e l’autosoddisfazione. Legata anche con il settimo Chakra, permette di aumentare l’estroversione e la propria consapevolezza.

Per le sue caratteristiche fisiche, è consigliabile non portarla a stretto e soprattutto diretto contatto con la pelle, in quanto la sudorazione genera la separazione del solfuro di ferro, che può causare irritazioni cutanee. Inoltre sembra opportuno non tenere la Marcasite durante le ore di sonno, poiché, trattandosi di una pietra energizzante, potrebbe disturbare il nostro riposo. Al contrario, è invece un’ottima pietra da utilizzare per aumentare la concentrazione durante la meditazione.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.