pietra-mese-marzo-acquamarina-melina
Curiosità

La Pietra del Mese: a Marzo l’Acquamarina

Nonostante l’aria gelida di questi giorni e i fiocchi di neve che hanno imbiancato tutta la Penisola, Marzo è il mese che apre le porte alla Primavera, la stagione della rinascita della natura che, con il suo fiorire di colori, profumi e sapori, ci risveglia i sensi e ci proietta nel vivo dell’estate!

Quale miglior cristallo se non l’Acquamarina per riprendere slancio in vista delle nuove stagioni?!?!

Nota fin dall’antichità, l’Acquamarina veniva considerata dai popoli antichi la pietra del dio o della dea del mare o addirittura il tesoro delle sirene. Nella Grecia classica si riteneva che fosse in grado di placare le ire del dio del mare, Poseidone: per questo i marinai erano soliti gettare tra le onde amuleti di Acquamarina, nella speranza di aggiudicarsi una buona navigazione.

Dal suo colore blu-azzurro ne deriva proprio il nome, “acqua del mare”, che pare rappresentare il forte legame che questo cristallo ha coi mari e gli oceani, quasi come se proprio l’essenza dell’acqua si fosse cristallizzata per poter essere portata con sé.

L’Acquamarina è una varietà di berillio i cui maggiori giacimenti si trovano in Brasile, ma ve ne sono di importanti anche in Birmania, Messico, Irlanda, Zimbabwe, Afghanistan, Pakistan, India, Russia, Australia e Stati Uniti.

In Cristalloterapia, questo minerale è associato al quarto e quinto Chakra, il chakra della gola e quello del cuore.

Per quanto riguarda l’azione sul corpo, svolge la sua funzione soprattutto sulle vie respiratorie, permettendo di migliorare la respirazione e contrastare i sintomi delle allergie legate all’apparato respiratorio. Inoltre, velocizza il recupero corporeo in caso di malattia.

Per quanto riguarda l’azione sulla mente, l’Acquamarina è consigliata a tutte quelle persone che sentono la necessità di aumentare il contatto col “qui e ora” e per quelle persone che hanno bisogno di incrementare il coraggio e la fiducia in se stessi: permette di lasciar andare i nodi del passato, abbandonando le credenze limitanti che ci frenano nella vita, permettendo di guardare al futuro con atteggiamento positivo.

Aiuta a gestire le emozioni, aumentando un atteggiamento introspettivo e la capacità di sviluppare l’autoguarigione e la resilienza, ossia la capacità di assorbire gli urti senza rotture: nella vita, la capacità di superare gli ostacoli affrontando positivamente le problematiche incontrate.

Infine, stimola l’uso positivo della parola, favorendo la buona comunicazione e la capacità di comunicare i propri bisogni, opinioni, pensieri senza generare scontro con l’altro.

Per quanto riguarda invece l’azione sullo spirito, si ritiene che l’Acquamarina sia in grado di stimolare il contatto col sé interiore, aumentando la capacità di comunicare con la parte più intima di se stessi. Permette inoltre di facilitare il contatto col Divino per tutte quelle persone che sentono la necessità di comprendere e relazionarsi con la propria sfera spirituale.

Le viene infine attribuita anche la capacità di sviluppare l’altruismo, esaltando la propensione verso il prossimo e facilitando il contatto con gli esseri viventi e la natura.

Mi sembra la pietra ideale con cui risvegliare il nostro corpo e la nostra mente in questo periodo dell’anno, che ne pensate?!?

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.