tormalina-mese-ottobre-melina
Read More
Curiosità

La Pietra del Mese: ad Ottobre la Tormalina

Non a caso, la Tormalina è la pietra del mese di Ottobre! Le sue varietà si colorano di mille sfumature, proprio come le foglie in autunno: arancio, rosa, rosso, viola, azzurro, giallo, verde, marrone ed anche nero! Non c’è cristallo che presenti una così vasta gamma di colori; si contano infatti più di cento differenti tonalità, corrispondenti ad oltre cento differenti varietà.

Conosciuta in Europa fin dal III sec. a.C., il nome Tormalina deriva da “Turmali”, presente sia nella lingua senegalese che in quella cingalese, che significa “pietra mista di colori”.

Viene anche chiamata “gemma camaleonte”, sia a causa della sua ampia cromia, sia a causa della confusione storica che questa gemma ha avuto con altre pietre preziose.

Esistono vari tipi di tormaline, divise in base alla composizione chimica e al colore: elbaite, acroite, rubellite, indicolite, dravite, sciorlite, fluor-buergerite, uvite e fluor-liddicoatite.

Le varietà limpide provengono dal Minas Gerais in Brasile, dagli Urali, dal Madagascar, dallo Sri Lanka, la Namibia, il Mozambico e la California. In Italia si trovano cristalli ben formati all’Isola d’Elba e sulle Alpi.

Dal Madagascar, dove è stata scoperta una Tormalina di 6 kg, provengono delle gemme multicolori rosse al centro e verdi ai lati, mentre quelle dell’Isola d’Elba alla base sono brune, diventando man mano verdi fino ad una tonalità incolore nella sommità.

Tra le sue peculiari caratteristiche, la tormalina si carica elettricamente una volta riscaldata e poi raffreddata; inoltre si carica elettricamente se sottoposta a pressione.

Pare che le proprietà di questa gemma varino in base al suo colore, ma a tutte le Tormaline viene attribuita la capacità di rinforzare il corpo, il sistema immunitario e quello nervoso. Si ritiene inoltre che aiutino a bilanciare il sistema endocrino, favorire il sonno e rinforzare la mente. Infine a questa pietra viene associata la capacità di allontanare la paura, portare maggiore facilità nella concentrazione ed aiutare a superare situazioni statiche ed apparentemente senza via di fuga.

Tormalina Rosa: Abbinata al 4° Chakra, genera energia se esposta indirettamente alla luce del sole ed è strettamente connessa con il cuore e la parte più intima del nostro Io. Questa pietra può svelare nuovi percorsi ed aiuta nelle nuove conoscenze; infine dona pace e gioia.

Tormalina Rossa: Abbinata al 1° Chakra, equilibra le funzionalità degli organi riproduttivi; più in generale rafforza la volontà, la passionalità e il coraggio.

Tormalina Viola: Collegata al 6° e 7° Chakra, questa gemma si attiva con la luce lunare, donando equilibrio al sistema nervoso, endocrino ed a quello immunitario. Favorisce la meditazione, il rilassamento e il sonno, proteggendo dalle energie negative.

Tormalina Azzurra: Abbinata al 3° Chakra ed attivata dalla Luna, questa è la pietra collegata all’apparato respiratorio, capace di liberare le energie bloccate e di indurre pensieri positivi. La Tormalina azzurra è la gemma di chi cerca pace e tranquillità.

Tormalina Verde: Abbinata al 4° Chakra ed attivata dalla luce lunare, equilibra la funzione cardiaca e rigenera il sangue e le ossa, diminuendo la sensazione di fatica. Sviluppa la creatività ed accresce la calma. Ideale contro stress ed esaurimento.

Tormalina Nera: Abbinata al 1° Chakra ed attivata dalla luce solare, aiuta contro problemi alle ossa e artrite. Funge da scudo contro onde elettromagnetiche e radiazioni, ma anche contro tutte le energie negative esterne. Riduce le nevrosi e favorisce l’attenzione.

Ad ciascuno la propria Tormalina!

#melinafascinodoriente #MFO #orientenonsolo #melinadoitbetter

lampade-di-sale-melina
Read More
Curiosità

Non solo Sale…

L’avrai sicuramente notata nel salotto di un’amica, sul comodino della zia, nella tua Spa di fiducia, o in qualche sala d’attesa. Ti avrà colpito per la sua forma grezza e per la sua luce calda. Negli ultimi mesi, da prodotto di nicchia è diventato un punto di riferimento per ogni arredamento che si rispetti, dal più moderno al più etnico.

Le lampade di sale, infatti, sono in grado di adattarsi ad ogni tipo di ambiente e fanno bella mostra di sé in ogni forma e dimensione. Inoltre vantano molteplici proprietà benefiche per la persona e l’ambiente.

Si tratta, infatti, di un vero e proprio deumidificatore naturale composto da un cristallo di sale rosa dell’Himalaya, posto su una base di legno, al cui interno viene inserita la lampadina. Non spaventatevi dunque se in periodi o ambienti umidi la lampada possa risultare leggermente bagnata. Basterà lasciarla accesa a lungo, affinché si asciughi.

Del resto, proprio il riscaldamento del cristallo di sale è fondamentale affinché possa svolgersi la così detta funzione ionizzante, ossia l’emissione nell’aria di ioni negativi, utili per la salubrità dell’ambiente.

Nelle nostre stanze, a causa della presenza di elettrodomestici e strumenti elettronici, si concentra un alto livello di anidride carbonica e ioni positivi che, se non riequilibrati, potrebbero comportare sonnolenza, senso di spossatezza e indebolimento psicofisico. La reazione chimica che si innesca scaldando dal cuore il cristallo di salgemma comporta il rilascio di ioni negativi, che vanno a riequilibrare l’aria circostante.

In particolare gli ioni negativi dell’ossigeno aumentano il benessere psicofisico e creano una piacevole sensazione rigenerante. Proprio per questo le lampade di sale sono particolarmente indicate in ufficio ma anche nelle stanze di persone asmatiche e/o allergiche.

L’utilizzo delle lampade di sale, per contro, favorisce la concentrazione e l’attenzione, migliora la produttività e stimola il sistema immunitario.

Secondo la cromoterapia, infine, il colore arancio-ambrato-rosa, tipico della luce soffusa prodotta dalla lampada, ha un effetto rilassante, stimolando al contempo creatività e ottimismo.

Il sale utilizzato per la produzione è salgemma ricavato in antichissime miniere pachistane, formatesi in milioni di anni dal progressivo ritirarsi delle acque marine e dall’emersione delle montagne della catena himalayana.

Nell’uso quotidiano, il sale rosa è stato impiegato non solo per produrre queste splendide lampade o per insaporire i piatti più raffinati, ma anche per realizzare porta candele e brucia essenze, mattoncini per lo scrub del corpo ed infine mattonelle per la cottura dei cibi ed altri versatili usi in cucina. Scopri i nostri prodotti qui!

Se sei alla ricerca di qualcosa che riunisca in sé natura, fascino e salubrità, i prodotti in sale rosa dell’Himalaya sono proprio ciò che fa al caso tuo!